Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Associazione Silvia Procopio

Risultati ricerca per "Disfunzione ventricolare sinistra"

La sopravvivenza all’insufficienza cardiaca è migliorata e, al giorno d'oggi, molti pazienti con insufficienza cardiaca muoiono per cause non-cardiache, incluso il cancro. Si è determinato se esis ...


Oltre alla scalabilità, le cellule staminali embrionali umane ( hESC ) hanno il vantaggio unico di consentire la loro differenziazione diretta verso cellule di linee specifiche. È stata testata la p ...


Sono stati riportati i risultati completi a 1 anno con analisi dettagliata della risonanza magnetica e determinanti di efficacia dello studio prospettico, randomizzato, controllato CADUCEUS ( CArdiosp ...


La somministrazione intracoronarica di cellule mononucleate autologhe derivate dal midollo osseo ( BM-MNC ) può migliorare il rimodellamento del ventricolo sinistro dopo infarto miocardico acuto. Il m ...


Le cellule derivate dalle cardiosfere ( CDC ) riducono l’area cicatriziale dopo infarto del miocardio, aumentano la porzione di miocardio disponibile e sollecitano la funzione cardiaca in modelli prec ...


Precedenti studi che hanno utilizzato cellule mononucleate del midollo osseo autologo in pazienti con cardiomiopatia ischemica hanno dimostrato la sicurezza della procedura e ne hanno suggerito l’effi ...


Cellule staminali cardiache lineage-negative, c-kit-positive migliorano la disfunzione ventricolare sinistra post-infarto quando somministrate agli animali.È stato condotto uno studio di fase 1, denom ...


Studi clinici di piccole dimensioni riguardanti la terapia con G-CSF ( fattore stimolante le colonie dei granuloci ) per la riparazione cardiaca dopo infarto miocardico acuto, hanno prodotto risultati ...


Diversi studi sperimentali hanno mostrato che il trapianto di mioblasti nell’area ventricolare sinistra che ha subito lesioni dopo infarto miocardico porta ad un aumento della performance contra ...


Uno studio clinico di fase I ha valutato la fattibilità e la sicurezza del trapianto di mioblasti autologhi nei pazienti con grave cardiomiopatia ischemica.Hanno preso parte allo studio compiut ...