Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in Aritmologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Diverse linee di evidenza supportano una bassa concentrazione plasmatica di transtiretina ( TTR ) come biomarcatore in vivo dell'instabilità del tetramero della transtiretina, un prerequisito per lo s ...


La sopravvivenza all’insufficienza cardiaca è migliorata e, al giorno d'oggi, molti pazienti con insufficienza cardiaca muoiono per cause non-cardiache, incluso il cancro. Si è determinato se esis ...


La disfunzione ventricolare sinistra postinfartuale residua e significativa, nonostante un intervento coronarico percutaneo ( PCI ) tecnicamente riuscito per infarto miocardico con sopr ...


Oltre alla scalabilità, le cellule staminali embrionali umane ( hESC ) hanno il vantaggio unico di consentire la loro differenziazione diretta verso cellule di linee specifiche. È stata testata la p ...


Il sistema renina-angiotensina ( RAS ) è attivato nell'insufficienza cardiaca e l'inibizione di RAS è una terapia di base per l'insufficienza cardiaca. L'enzima di conversione dell'angiotensina 2 ( A ...


Gli studi clinici che applicano la denervazione renale con radiofrequenza basata su catetere ( RDN ) hanno dimostrato un profilo di sicurezza favorevole con minimi eventi avversi acuti o procedurali. ...


Uno studio ha esaminato gli effetti di LCZ696 ( combinazione di Sacubitril e Valsartan; Entresto ) sull'infarto miocardico sperimentale in un modello murino; inoltre sono stati valutati gli effetti ca ...


Gli inibitori farmacologici della pro proteina convertasi subtilisina-kexina di tipo 9 ( PCSK9 ) sono in corso di valutazione in studi clinici per il trattamento delle malattie cardiovascolari. L'ef ...


Ixmyelocel-T è una terapia multicellulare espansa prodotta dal midollo osseo del paziente espandendo in modo selettivo due tipi principali di cellule mononucleate del midollo osseo: cellule staminali ...


Le terapie rigenerative si sono evolute come nuova promettente opzione nel trattamento dell'insufficienza cardiaca post-infarto. Una limitazione importante dell’applicazione intracoronarica di cellu ...


L'attività SERCA2a ( Ca2+ -ATPasi del reticolo sarcoplasmatico / endoplasmatico ) è carente nel cuore scompensato. La correzione di questa anomalia mediante trasferimento genico potrebbe migliorare ...


Studi clinici indicano che la somministrazione intracoronarica di cellule ossee autologhe derivate dal midollo ( BMC ) 1-7 giorni dopo infarto miocardico post-acuto ( AMI ) può migliorare la funzione ...


La scoperta di varianti di codifica a bassa frequenza che influenzano il rischio di malattia coronarica ha facilitato l'identificazione dei bersagli terapeutici. Attraverso la genotipizzazione del ...


La cardiomiopatia ipertrofica è la più frequente patologia cardiovascolare su base ereditaria. La stratificazione del rischio di morte improvvisa rappresenta un passaggio cruciale e importante per ide ...


I pazienti con grave ischemia degli arti non possono beneficiare di interventi terapeutici convenzionali. Studi clinici pionieristici suggeriscono che la terapia con cellule derivate dal midollo oss ...