Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

L'efficacia di un intervento chirurgico di bypass nei pazienti con cardiomiopatia ischemica non è facilmente prevedibile; le condizioni cliniche preoperatorie possono essere simili, ma il risultato pu ...


Uno studio di piccole dimensioni ha mostrato che l’iniezione di cellule staminali mesenchimali direttamente nel muscolo cardiaco può produrre alcuni miglioramenti per i pazienti con grave insufficienz ...


La forte associazione dose-dipendente tra antracicline e cardiomiopatia è ulteriormente esacerbata dalla co-presenza di fattori di rischio cardiovascolare ( diabete mellito e ipertensione ). E’ nece ...


Sono stati riportati i risultati completi a 1 anno con analisi dettagliata della risonanza magnetica e determinanti di efficacia dello studio prospettico, randomizzato, controllato CADUCEUS ( CArdiosp ...


La somministrazione intracoronarica di cellule mononucleate autologhe derivate dal midollo osseo ( BM-MNC ) può migliorare il rimodellamento del ventricolo sinistro dopo infarto miocardico acuto. Il m ...


Le cellule derivate dalle cardiosfere ( CDC ) riducono l’area cicatriziale dopo infarto del miocardio, aumentano la porzione di miocardio disponibile e sollecitano la funzione cardiaca in modelli prec ...


Precedenti studi hanno indicato che il trapianto di cellule mononucleate autologhe del midollo osseo migliora la funzione cardiaca nella cardiomiopatia cronica di Chagas. Sono stati riportati i risult ...


Sono stati valutati gli effetti a lungo termine della terapia con cellule staminali del sangue periferico nei pazienti con infarto del miocardio.Un totale di 163 pazienti con infarto miocardico, rivas ...


Nonostante la rapida introduzione in clinica e il diffuso entusiasmo, i benefici terapeutici del trapianto di cellule adulte del midollo osseo ( BMC ) in pazienti con cardiopatia ischemica continuano ...


Precedenti studi che hanno utilizzato cellule mononucleate del midollo osseo autologo in pazienti con cardiomiopatia ischemica hanno dimostrato la sicurezza della procedura e ne hanno suggerito l’effi ...


La somministrazione intracoronarica autologa di cellule di midollo osseo porta a miglioramenti modesti nella funzione cardiaca, ma l'effetto sulla vitalità miocardica non è noto.È stato condotto uno s ...


Precedenti studi sulla terapia cellulare come trattamento aggiuntivo dopo infarto acuto del miocardio hanno portato a risultati contrastanti.Lo studio HEBE aveva come obiettivo quello di determinare l ...


L'obiettivo di uno studio è stato quello di determinare in che misura gli effetti dell'infusione dell’arteria infarto-correlata di cellule CD34+ di derivazione dal midollo osseo autologo dopo infarto ...


Cellule staminali cardiache lineage-negative, c-kit-positive migliorano la disfunzione ventricolare sinistra post-infarto quando somministrate agli animali.È stato condotto uno studio di fase 1, denom ...


È stato valutato il ruolo di NOS1AP ( nitric oxide 1 adaptor protein ) come un adattatore genetico della sindrome del QT lungo.La stratificazione del rischio per la sindrome del QT lungo è complicata ...